Tita o Titta?
Così risolviamo il curioso dibattito…

La lettera di Raschi alla sua cagnolina Titta

La Titta stamani ha pianto disperatamente.
Poi è stata confortata dal Cesare e ha superato la crisi di sconforto.
A mezzogiorno qualcosa ha mangiato e mi ha accolto allegramente.
Io verrò verso le 8 della sera per prendere la valigia.

Bruno

ore 16.50 ultima uscita della Titta

 

anna Raschi ma anche i giornalisti Pastonesi e Castelnovi nel libro “Bella è la sera”, raccontano un lato tenero di Bruno Raschi, ovvero il suo attaccamento alla famiglia e la sua sconfinata passione per la scrittura. Raschi rispondeva a molte richieste di dediche ed era solito appuntare su fogli volanti, idee e scorci di vita. In “Bella è la sera”, si solleva il dubbio: Tita o Titta? Questa è una gran bella testimonianza.

Titta è stata l’amata cagnolina di Raschi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra ed accetti la nostra politica sulla Privacy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi