La cena di inizio stagione 2017 del Ciclo Club Imbriani

Come da tradizione, sabato 4 febbraio, il Ciclo Club Imbriani di Borgotaro ha organizzato la festa di inizio stagione dedicata al ciclismo in Valtaro. Il luogo di ritrovo è stato il ristorante I Due Gatti, dell’amico Massimo.

La cena di inizio stagione festeggia il ciclismo valtarese ed è il momento topico per tirare le somme per la stagione appena archiviata e svelare le idee per quella in apertura.

Appena arrivati al ristorante è stato dato il via alle votazioni per eleggere l’uomo dell’anno, colui che per una ragione o per l’altra, si è distinto nel gruppo. Come da pronostici, il premio è andato ad Enrico Bruschi che lungo la stagione passata ha fatto registrare miglioramenti strabilianti. Da segnalare il secondo posto per Roberto Boselli, new entry, che annuncia battaglia per la stagione 2017. Molti consensi sono andati al nostro amico romano, o meglio Laziale, Desiderio, che ci ha raggiunto portando, come sempre, grande simpatia.

I premi speciali sono stati assegnati ad Andrea Costa per “l’idea di merda 2016”, ideatore della cronoscalata del muro di Bellinzona, via centrale di Borgotaro che presenta una pendenza media del 12%. Il premio combattività è andato al nostro Emiliano Albieri. Emiliano è sempre stato un combattivo ma nella stagione passata ha portato a termine, crediamo, la fuga più importante della sua vita, contro un avversario sleale che ha sconfitto senza mai scendere dalla bici.



La serata è proseguita con i soliti canti e teatrini che rendono il Ciclo Club Imbriani un piacevole angolo di sport amatoriale.

In fine, l’evento forse più atteso per alcuni: la consegna delle maglie ai campioni del Mundialito. Il Mundialito è una gara goliardica, che elegge il cosiddetto “campione del mondo” valtarese. Alla fine dei conti, il Mundialito ha sempre creato tensioni positive ed innalzato al massimo il livello di impegno. La classifica assoluta é stata vinta da Marco Toschi e quella a squadre da: Emanuele Camisa, Fabrizio Giovannini, Stefano Bordi e Riccardo Porcari. A questi atleti è stata consegnata la maglia di campione, simbolo del primato che speriamo li renda orgogliosi nell’indossarla (la squadra vincente non era composta solo da atleti del Ciclo Club Imbriani ma anche da team amici; la maglia è volutamente il simbolo dedicato a tutti i ciclisti dell’alta Val Taro – ndr)

La serata è risuscita pienamente ed è stata dedicata a tutti gli amici ciclisti della Val Taro. W il Ciclo Club Imbriani e viva il ciclismo valtarese!


Il film della stagione 2016


Articoli correlati:

Leave a Comment